CATTIVI COLLEGHI, CATTIVE PERSONE

 

Forse qualcuno di voi è portato a pensare  che   quello che si dimostra d’essere nel mondo del lavoro  non ha   nulla a che spartire   con quello  che dimostriamo d’essere nella vita privata.

Io ritengo  che questa opinione è falsa e profondamente  illosoria.  Non esistono affatto forme di compensazione tra le due sfere;  o le due parti della persona, privata e pubblica,  funzionano,  o non funziona nulla.  Questo può sembrare di primo acchito uno svantaggio, ma  semmai dimostra soltanto che l’essere è un unicum  e non uno sdoppiato, che la persona  è un composto armonioso e non schizofrenico. Continua a leggere