IL MANDELA DAY

Parlando con un amico su quello che è accaduto in Sudafrica, nel volere sottolineare che le rivoluzioni sono possibili, lui commentò sarcastico ” Ho capito, ma se dobbiamo aspettare una vita intera per ottenere qualcosa…” ed io subito mi sono precipitata ad aggiungere: “Ma proprio perchè Mandela ci ha dovuto impiegare un lunghissimo tempo egli è poi diventato quello che è diventato…”
Come dire, non importa il tempo che tu ci impiegherai, conta alla fine il risultato.
La non violenza ha un prezzo altissimo, ma che vale sempre la pena di pagare.

E’ un albero che fiorisce sempre ,anche d’inverno; è il sole che non tramonta mai; è un morto che resuscita, perchè si era solo addormentato; è un miracolo verissimo che guardi sbalordito perchè mai avresti immaginato di poterlo vedere; sono gli occhi che sgrani  come se ti mancasse l’uso della vista e la tua bocca muta e aperta perchè si sono perse tutte le parole…per la gioia.

mandela-day-logo

MANDELA

cycling_for_mandela

20131206_mandelafotos

mandela-day

Mandela: a Milano murale 'per 20 anni libertà in Sudafrica'

CATTIVI COLLEGHI, CATTIVE PERSONE

 

Forse qualcuno di voi è portato a pensare  che   quello che si dimostra d’essere nel mondo del lavoro  non ha   nulla a che spartire   con quello  che dimostriamo d’essere nella vita privata.

Io ritengo  che questa opinione è falsa e profondamente  illosoria.  Non esistono affatto forme di compensazione tra le due sfere;  o le due parti della persona, privata e pubblica,  funzionano,  o non funziona nulla.  Questo può sembrare di primo acchito uno svantaggio, ma  semmai dimostra soltanto che l’essere è un unicum  e non uno sdoppiato, che la persona  è un composto armonioso e non schizofrenico. Continua a leggere