Se il sole muore, seconda parte

Ho finito di leggerlo.

La prima cosa che mi viene da commentare  è che il libro meritava, naturalmente.  Non solo per come scrive la Fallaci, che comunque lo sappiamo, è stata un genio della scrittura. Non solo perchè  il suo stile ora leggero, ora canzonatorio, ora storico, ora giornalistico…non ci permette mai d’annoiarci.  Ma più che altro per quello che ci racconta, di questo suo viaggio che fece in America a studiare gli astronauti che vanno sulla luna.

Continua a leggere

Il santo Dalai Lama a Milano

Incontro attesissimo e felice tra  la più alta religione non monoteistica  e il nostro mondo cattolico.

Giovani e meno giovani, persone famose e qualunque, tutti sono stati attratti da questa personalità solare, gioiosa, giovane e piena di compassione per l’umanità.

Viva  il Dalai Lama!

Qui la cronaca dal Corriere di Milano

Olimpiadi 2016

Sono già iniziate da qualche giorno, ma sinceramente  non mi sono sembrate l’evento prioritario.

Però è bello potere parlare ogni tanto di cose positive, ed i giochi olimpici, doping permettendo,  sono senza dubbio un evento che ancora ci  conquista.

Tante medaglie all’Italia, naturalmente!!!

Calendario programma completo

 

70 anni di democrazia, attenzione a non perderla

  

 

Meravigliose donne di ieri, di oggi, di domani…

 

 

Papa Francesco, Mamma Africa

 

6 gennaio 2015

E’   la festa dei bambini che aspettano la Befana

E allora ecco un vagone di dolci  per tutti e qui  la sua leggenda

Continua a leggere

5 gennaio 2015

e la luce fu

Continua a leggere

luce del mondo

In una stanza silenziosa c’erano quattro candele accese. La prima si lamentava: “Io sono la pace. Ma gli Uomini  preferiscono la guerra: non mi resta che lasciarmi spegnere” e cosi accadde. La seconda disse: “Io sono la Fede. Ma gli Uomini preferiscono le favole. Non mi resta che lasciarmi spegnere” e cosi accadde. La terza candela confessò: “Io sono l’amore. Ma gli Uomini sono cattivi e incapaci di amare. Non mi resta che lasciarmi spegnere“.  All’ improvviso nella stanza comparve un bambino che, piangendo, disse: “Ho paura del buio“. Allora la quarta candela disse: “Non piangere. Io resterò accesa e ti permetterò di riaccendere con la mia luce le altre candele. Io sono la speranza

Continua a leggere

tanti auguri, mondo

perchè la vita è un albero che vive

albero_anim

auguri-natale

Auguri di Buon Natale

4870_buon_natale

Banner_natale-1024x266

sfondo-atmosfera-natalizia1

immagini-natalizie-auguri-natale

cos'è-regalo-solidale1

baobab

Klimt-Tree-of-Life

c279f24b1ab40b4c90054871821d7469

jic1og

alberogubbio-e1323262847289

alberonotte

ferragosto

Ieri sera doveva passare la processione per il paese, ma non c’è stato nessun corteo perchè il tempo era incerto, e perchè forse mancava la persona adatta a portare il peso della Vergine sulle spalle.
Già, si fa presto a dire “Stasera ci sarà la cerimonia dell’Assunta” ma dove le risorse umane sono scarse ed il tessuto sociale è precario, alla fine si fa quel che si può, quel che si riesce.
Ho sentito il suono delle campane che si rincorrevano a tratti, per scampanellamenti…

Anni addietro ho provato ad assistere al palio della Santa Assunzione in Sardegna, in un paesino detto Portoscudo.
Ci furono i fuochi d’artificio, le bancarelle, le giostre ed ogni genere di rito previsto per una giornata di grande festa.

Un anno mi capitò di festeggiarlo a Siena, che proprio nel giorno di Mezzo Agosto celebra una delle sue due tappe temporali dedicate al palio dei cavalli. A dire il vero io non sapevo nemmeno che fosse il giorno della grande corsa, proprio Quel giorno preceduto dalle sfilate di tutte le contrade, e che si conclude con gli esultanti festeggiamenti di uno solo tra i vari spettacolari stendardi esposti nella magnificenza dei loro colori.

Ferragosto.

Nel mio personale avevo una nonna che compiva gli anni proprio il 15 di agosto, si chiamava Giuseppina, e lo stesso giorno festeggiava l’anniversario del suo matrimonio. Almeno è stato così fino a che ci sono stati i figli a ricordarlo, che lo hanno insegnato ai nipoti, ma poi i nipoti non hanno più avuto la storia di raccontarlo e tramandarlo ai figli dei figli dei figli.

Ad un certo punto ci siamo accorti che il tempo è cambiato, e che noi siamo cambiati con il tempo, anche se non avremmo voluto, anche se siamo ancora convinti che certe cose non vanno mai perse e lasciate, anche se dentro nei nostri cuori pensiamo che daremmo volentieri un pezzo della nostra vita per non vedere alcune cose che ci sono carissime morire, ed altre che ci sono antipaticissime rimanere.

Anche quest’anno abbiamo abbaiato alla luna, abbiamo tranciato il grande cocomero distribuito pezzo a pezzo ai suoi commensali.

Il rito è stato consumato, come sempre. Le città si sono svuotate, anche se per poche ore, rimanendo nel loro irreale silenzio come sospese nel tempo.

Ferragosto.

Domani è già l’inizio di settembre, è già il ritorno alla rovescia, è già la conta di quanto manca a Natale.

Non è buffo che in un mondo di atei e miscredenti il tempo sia dettato da eventi religiosi?

Solo il pensiero che la buona novella di Gesù è ben oltre la nostra effimera chimera mi permette di conservare l’ordine nel caos del tutto possibile e del tutto precario.

Benarrivato al Capitano dei nostri sogni che in un momento di mesta follia si è tolto la vita, disavvenendo al suo spirito fanciullesco ed al suo mitico insuperabile insegnamento.

Accendiamo tutte le luci le lanterne e le lucciole affinchè tutte le anime smarrite sappiano ritrovare il coraggio e la gioia della vita in questa lunga e a volte lugubre foresta oscura.

Le stelle cadenti cadono fuggenti ma moltissime altre rinascono e ricompaiono a illuminare il pezzo di buio che da oggi non sarà più tale.

Altro che infantili desideri segreti da soddisfare e da consegnare alla luna in una notte di quasi fine estate.

Noi abbiamo progetti arditi e determinati. Noi abbiamo pensieri scritti a fuoco nelle menti. Noi abbiamo parole precise che daremo e che diremo a tutti quelli che avranno voglia di ascoltare.

Resta con noi, meraviglioso cielo, meraviglioso mondo.