io amo la democrazia

ma   la democrazia  ama me?

…………….

Se anche non mi amasse non importa:

dove vado a prendere una stanza dove posso

pensare quel che voglio

fare tutto quello che non va contro la legge

progettare quel che credo

scrivere  quel che penso pur che non oltraggi  il pubblico decoro???

E dove poi uscendo dalla stanza

posso tenere fede al mio pensiero

al mio progetto

senza dovere mascherarmi tutto

o negarmi?

Lo so,

essere diversi rimane una beffa

quotidiana

e può capitare  di dovere fare

molta molta molta fatica

per arrivare,

e forse non arriveremo mai,

schiacciati dalla ressa

gettati nella fossa,

ma  meglio il caos della libertà

all’ordine della dittatura,

c’è un sole caldo che mi scalda

l’assenza del fragore

e la pace nel cuore.

Lo so,

io qui buono  e zitto

a prender calci in culo

e gli altri fuori a scalpitare

rubando

distruggendo

altro che pubblica decenza,

ma non importa

io ho un sogno

che sto vivendo

e gli altri solo stan merdando.

E  poi c’è il canto degli amici

ce ne sono alcuni  nelle strade

altri nelle case

altri ancora  nei palazzi

intelligenti capaci seri

solidi

ed io con loro sto danzando

nell’attesa del nuovo giorno.

Annunci