Povero,sporco,puzzolente…

    

Illecito fotografare mendicanti e persone disagiate

diseredato, ammazzato, perseguitato, sconosciuto, straniero, diverso…

Eppure è l’inizio della  vita.

E ci è piaciuto  metterlo dentro  un presepe, con tante luci, e brava gente, e sapori familiari, che ci ricordino  casa nostra, quando siamo da soli,  ed anche quando siamo in compagnia.

Lui un neonato pulito e profumato, che verrà fatto diventare  un volgare  carcerato  tra ladroni.

Ladroni, miserabili, galeotti, o solo poveri, accolti per un giorno presso qualche tavola.

Intoccabili, potenti, signori del mondo,  ma molto più sporchi dei pezzenti maleodoranti.

Famiglie che reclamano la loro terra, dopo un innominabile dolore, e famiglie che difendono le loro case, nel nome della stessa possibile  tragedia.

E  poi ancora famiglie normali, quotidiane, come le nostre, come noi stessi.

Ecco il Natale.

Annunci