NEL SILENZIO VIGOROSO DELLA SERA

 

 

 

 

 

 

 

Gli  uomini sono come gli alberi; nascono, crescono e muoiono; servono al prossimo; possono essere spettacolari o piccoli e insignificanti; per lo più si riproducono attraverso il  proprio ciclo vitale; quando tagliamo  un grande tronco con  le sue fronde vive e rigogliose  ci può sembrare  di  commettere un vero delitto, come uccidessimo o lesionassimo una parte di una  persona;  loro sono muti, ma solo per chi non sa ascoltare  i suoi suoni tra le foglie; loro  sono immobili,  ma viaggiano con noi che li portiamo per il mondo nei nostri pensieri; alcuni sono così belli e maestosi, da farci ammutolire, e nell’ammutolirci,  ci commuoviamo,  come quando noi ci innamoriamo, o mettiamo al  mondo  un figlio,  o scopriamo d’avere ricevuto un gesto d’affetto speciale;   come noi   sono mutanti nel seguire il corso delle stagioni,  ma non perdono mai quel qualcosa che li fa  essere sempre se medesimi  nel corso infinito   del tempo.

 

Tutto quello che accade di buono  ad  un albero,   accade   per amore, sempre e solo per  un atto d’amore, così come deve essere  per noi  che  respiriamo il loro ossigeno  ed osserviamo il cielo cullarci nel silenzio   vigoroso  della sera…

La vita è un gesto di risoluzione; ognuno deve arrivare irremovibilmente  a compiere il proprio.

Annunci