IL FRESCO PROFUMO DELLA LIBERTA’

Il famoso

Il  fresco  profumo   della libertà

è il canto d’amore di un uomo

che amava la sua terra

e accanto a lui

di un amico che amava le stesse idee di giustizia.

Giovanni Falcone  e Paolo  Borsellino

continuano ad insegnarci come si deve vivere

ossia  senza paura della paura

camminando  leggeri e sicuri  tra le strade che ad ogni angolo

possono nascondere un pericolo.

Oggi la Sicilia li ricorda

crea girotondi della memoria e

della speranza

perchè il tempo non possa essere passato invano

ed il terrore del crimine non debba prendere il sopravvento.

Quando avevano bisogno dello Stato

lo Stato  li ha lasciati soli

oppresso dalla propria gerarchia e cecità

intrappolato  dalle proprie cosche criminali

e poi  dolorosamente richiamato  alle proprie responsabilità.

Oggi  lo stesso  Stato li celebra e li piange

oggi come in quei giorni senza luce

e cerca  di  non perdere questo immenso tesoro

che è l’esempio della vita donata per gli altri

anche per coloro  che non hanno creduto.

La gente per la strada  non ha bisogno di grandi prove

per capire e muoversi

quando si tratta dfi scendere nella piazza

con un lume acceso in mano

e con le lacrime nel cuore dei  figli rimasti orfani.

L’albero di Falcone è sempre

più che mai verde

nonostante gli oltraggi dei folli

e le pianificazioni dei ragionieri del profitto criminale

e della  corruzione  che mai si fermerà.

Ci sono uomini che accettano di venire uccisi

per rimanere vivi

che accettano di sacrificarsi

per lasciare un mondo pulito di cui andare fieri

e che vivono con la gioia che supera la tristezza.

Noi  lo sappiamo

noi lo cantiamo

noi lo diciamo al mondo

noi danziamo con   questo vento caldo e vigoroso

che è l’amore immenso per la libertà liberatasi  dal male.

(in memoria   dello Stato che non ha avuto  colpe)

23 maggio  2012

Annunci

One thought on “IL FRESCO PROFUMO DELLA LIBERTA’

I commenti sono chiusi.